Sangemini-Deruta 1-1

La prima gara interna del nuovo anno regala emozioni e sorprese. Ben tre ne arrivano già prima del via, con il Sangemini che ripresenta fra i pali Solfanelli e schiera dall’inizio i due ultimi rinforzi, l’ex arronese Stentella e la punta Milani, arrivato dalla Maremmana. L’altra sorpresa è il Sangemini stesso: la squadra comincia a digerire la “cura- Perilli” e scende in campo tonica come mai la si era vista in questa stagione. Sono però gli ospiti a timbrare per primi il cartellino, con Marinacci che scalda le mani a Solfanelli. Al 10′ gran girata al volo dal limite di Tassone e palla sopra la traversa, poi pausa di riflessione fino al 30′, quando Angelucci si libera di Triolo e serve Marcelli che di testa impegna il portiere rossoblu: deviazione d’istinto in corner. La ripresa comincia col vantaggio dei termali: al 7′, Sambuco atterra Anelli in area, l’arbitro assegna il rigore che lo stesso centravanti trasforma. Dopo la rete, il Sangemini gioca al risparmio, e a fare la partita è soprattutto il Deruta: una punizione di Marcelli al 24′ finisce sopra la traversa; stessa sorte al 29′ per il tiro di Angelucci. Al 37′, il Deruta corona il forcing con il pareggio: corner di Marcelli, nella mischia riceve Marcelli che di piatto destro batte Solfanelli. Un pareggio che va stretto ai termali, ma che ha rischiato di trasformarsi in incubo nel recupero, quando Marcelli raccoglie una corta respinta in uscita di Solfanelli e cerca Angelucci: il numero undici, non aggancia e il pallone virgola a lato.

Sangemini: Solfanelli 7, Fratoni 6.5, Ferracci 6, Petrini 6.5, Virgilio 6.5, Cascarono 6.5, Triolo 7, Tassone 7, Anelli 7, Stentella 6 (1’st Seid 6.5, 46’st Di Monaco sv), Milani 6.5 All.: Perilli 7

Deruta: Speziali 6, Proietti 5.5 (10’st Turchi 6), Fustagni 6, Menichetti 5.5, Sambuco 5.5, Fino 6, Marinacci 6, Scatoloni 6, Marcelli 6.5 Qendro 5 (10’st Coresi 6), Angelucci 6.5 All.: Cruccolo 5

Arbitro: Bellucci di Gubbio 6

Marcatori: 7’st Anelli rig. 37’st Marcelli

Note: 28’st espulso il tecnico del Deruta, Cruccolo, per proteste.